BishopAccountability.org
LA Marcia Degli Abusati

By Marco Tosatti
LA Stampa
October 30, 2010

http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=196&ID_articolo=1029&ID_sezione=396&sezione=

'Chiedono alla Chiesa di fare di più per proteggere i bambini dagli abusi e punire i colpevoli: è questo l'obiettivo della marcia che le vittime dei preti pedofili hanno organizzato per domani a Roma. Gli organizzatori sono gli americani Bernie McDaid, 54 anni, e Gary Bergeron, 47, fondatori dell'associazione Survivor's Voice.

Chiedono alla Chiesa di fare di più per proteggere i bambini dagli abusi e punire i colpevoli: è questo l'obiettivo della marcia che le vittime dei preti pedofili hanno organizzato per domani a Roma. Gli organizzatori sono gli americani Bernie McDaid, 54 anni, e Gary Bergeron, 47, fondatori dell'associazione Survivor's Voice, vittime entrambi da ragazzi delle 'attenzioni' sessuali di un prete della diocesi di Boston. "Siamo persone ferite che vogliono che si parli di questo problema. La vera colpa e la vergogna sta nell'aver coperto gli abusi", ha detto in questi giorni McDaid, che fu anche una delle prime vittime di abusi a incontrare Benedetto XVI, nel 2008 a Washington. La manifestazione di domani, nel 'Reformation Day', cioé nel giorno in cui i protestanti festeggiano la Riforma luterana, arriva dopo la bufera che nei mesi scorsi ha nuovamente investito la Chiesa a livello globale per lo scandalo pedofilia. Secondo McDaid, nonostante i giusti cambiamenti promessi dal Papa, nei due anni trascorsi dall'incontro di Washington "non è cambiato nulla". E ora, tra le altre cose, le vittime vogliono far partire una petizione perché le Nazioni Unite dichiarino la pedofilia un crimine contro l'umanità. Gli organizzatori non sanno ancora quante persone parteciperanno alla manifestazione, ma molte hanno mandato il loro sostegno pur non potendo essere fisicamente a Roma. Saranno presenti anche alcuni ex alunni dell'istituto per sordi veronese Provolo, investito da uno dei principali casi scoppiati in Italia nel campo della pedofilia nella Chiesa. Il programma della manifestazione prevede, dopo un incontro delle vittime con la stampa in Via di Torre Argentina, il raduno dalle 17.00 a Castel Sant'Angelo, dove MacDaid e Bergeron terranno un discorso al gruppo di partecipanti. Alle 18.30 un minuto di silenzio ricorderà tutte le vittime di abusi. Verrà quindi proclamato l' "Anno delle vittime". Dopo di che, una volta accese le candele, alle 19.00 partirà il corteo-fiaccolata fino a Piazza San Pietro per portare il messaggio delle vittime al Vaticano. Ognuno lascerà una piccola pietra in ricordo della giornata, "come si fa in montagna - spiegano gli organizzatori - per indicare i passaggi difficili di un sentiero e segnalare la strada giusta". L'intenzione è anche di erigere una monumento per le vittime. In qualche modo, verrà infine sfidato il divieto imposto dalle autorità vaticane di entrare in Piazza San Pietro, dove é stato anche negato nei giorni scorsi il permesso di effettuare riprese televisive: i partecipanti vi entreranno infatti individualmente e non in gruppo.


Any original material on these pages is copyright BishopAccountability.org 2004. Reproduce freely with attribution.